This post is also available in: Deutsch

LE NOSTRE ALLEANZE

Partenariati multilaterali

“17.16 Migliorare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile, integrato da partenariati multilaterali che mobilitino e condividano le conoscenze, le competenze, le tecnologie e le risorse finanziarie, per sostenere il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in tutti i Paesi, in particolare i Paesi in via di sviluppo
17.17 Incoraggiare e promuovere efficaci partenariati tra soggetti pubblici, pubblico
privati e nella società civile, basandosi sull’esperienza e sulle strategie di accumulazione di risorse dei partenariati”

[Agenda 2030, Organizzazione delle Nazioni Unite]

ALLEANZA ITALIANA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) è nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. L’Alleanza riunisce attualmente oltre 220 tra le più importanti istituzioni e reti della società civile.

Dal 2019 anche noi siamo soci di ASviS!

COMITATO PROMOTORE DELLA RETE PER I BENI COMUNI, LA CONVERSIONE ECOLOGICA E LE GENERAZIONI FUTURE

 

Il progetto di Rete permanente per i beni comuni, la conversione ecologica e le generazioni future muove da una nuova visione che ha per obiettivo una politica sui beni comuni tale da riunire in modo equilibrato diverse dimensioni dell’essere umano: economica, sociale, relazionale, democratica e spirituale.

Il lavoro di costruzione della rete, iniziato nel febbraio 2020, ha portato oltre 20 organizzazioni, provenienti da ambiti culturali profondamente diversi, ma che condividono la necessità di un cambiamento profondo nella gestione dei beni comuni nel nostro Paese, a lavorare insieme per alcuni mesi e a presentare al pubblico, il 4 e 5 ottobre 2020, un Manifesto aperto che ne sintetizza finalità e obiettivi (in allegato e scaricabile qui: http://www.retebenicomuni.org/Manifesto.html).

L’impegno comune, in questa seconda fase, consiste nel creare le condizioni per strutturare la rete: i lavori in corso vedranno il Comitato Promotore (costituito il 15 gennaio 2021) operare per la fase costituente della rete stessa.

ITALIA CHE CAMBIA

Italia che cambia è un progetto di giornalismo indipendente che vuole raccontare, mappare e mettere in rete quel pezzo di Paese che di fronte a un problema si attiva per cambiare concretamente le cose senza delegare o aspettare che qualcuno lo faccia al suo posto. Vuole inoltre offrire strumenti di facilitazione dei processi di trasformazione positiva in atto nel Paese con l’obiettivo di far emergere le potenzialità di coloro che “vogliono cambiare” fornendo l’esempio, il know how e il supporto della rete di progetti già in atto.

Italia Che Cambia è il media partner di riferimento per le nostre iniziative.

Scopri la sezione dedicata all’Economia del Bene Comune sul sito di Italia Che Cambia!

Scopri la Playlist sull’Economia del Bene Comune sul canale youtube di Italia Che Cambia!

FORUM PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Coordinato dalla Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile del Ministero dell’Ambiente, il Forum per lo Sviluppo Sostenibile, con un approccio multi-stakeholder, si rivolge ai soggetti che lavorano nel campo delle politiche per la sostenibilità (associazioni, fondazioni, università, imprese, cooperative, consorzi, ecc.) e vuole garantire il coinvolgimento attivo della società civile nell’attuazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile e nei relativi processi di aggiornamento triennale (di cui all’art. 3 del D. Lgs. 221/2015).

I gruppi di lavoro in cui è articolato il Forum  – Gruppo Conoscenza, Educazione, Formazione (vettori di sostenibilità), Pace, Persone, Pianeta e Prosperità  – si sono riuniti per la prima volta dal 2 al 4 dicembre 2019, dando così l’avvio al Forum per lo Sviluppo Sostenibile.
Il Forum avrà quale ruolo principale quello di supportare il Ministero dell’Ambiente nel valutare lo stato di attuazione e nell’aggiornamento della Strategia Nazionale per l’Agenda 2030 in Italia, in vista dell’appuntamento di luglio 2021 in sede ONU, quando l’Italia presenterà la revisione della Strategia e il proprio contributo all’attuazione
dell’Agenda 2030.

Partecipiamo al Gruppo di Lavoro “Prosperità” in linea con la nostra visione trasformativa dell’economia.

 

NEXT – NUOVA ECONOMIA PER TUTTI

 

NeXt – Nuova Economia per Tutti nasce nel 2011 per promuovere e realizzare una nuova economia: civile, partecipata e sostenibile. Siamo un’associazione di promozione sociale di terzo livello, che crea network tra associazioni, imprese, amministrazioni pubbliche, scuole, università e cittadini, che agiscono “dal basso” per il Bene Comune. Connettiamo, valutiamo e facilitiamo l’incontro di Buone Pratiche, presenti su tutto il territorio nazionale e avviamo processi di Rete e co-progettazione con gli stakeholder locali per lo sviluppo sostenibile dei territori.

NeXt condivide con gli oltre 40 associati nazionali e partner la visione della Nuova Economia/Economia Civile e sperimenta con esse delle attività nei territori legate al rafforzamento e supporto alla creazione di “buone pratiche”, sviluppo sostenibile dei territori, formazione di giovani, studenti e startup e di iniziative di cittadinanza attiva e consumo responsabile.

RETE DI RETI

Rete di Reti nasce nel 2017 presso l’Ecovillaggio Panta Rei da alcune realtà che già da anni si occupano di fare rete sul territorio italiano, accomunate dall’attenzione per la sostenibilità ambientale, economica e sociale con l’obiettivo di fare fronte comune per superare una crisi ecologica e sociale davanti alla quale le risposte delle singole reti appaiono insufficienti. Decidono quindi di avviare un percorso collaborativo che prende il nome di Rete di reti.

Partecipavano a quel primo incontro Associazione per la Decrescita, Economia del Bene Comune, Italia che Cambia, Movimento per la Decrescita Felice, Panta Rei, Rete italiana di Economia Solidale, Rete Italiana dei Villaggi Ecologici, Transition Italia.

Da allora la rete è cresciuta e ha accolto nuovi membri. Oggi Rete di Reti è un ecosistema di soggetti in rete, informale e sempre aperto a nuove realtà.

RETE ITALIANA PER L’ECONOMIA SOLIDALE – RIES

Il 18 e 19 gennaio 2020 si è svolta a Roma l’Assemblea costitutiva e la presentazione della Rete italiana di Economia Solidale (RES).
RIES fino ad oggi è stata una rete informale operante da più di venti anni nei territori per trasformare l’economia e la società in senso solidale e collaborativo e che coinvolgeva i Gruppi di Acquisto Solidale (Gas), i Distretti e le Reti di Economia Solidale (DES), altre reti territoriali, il Commercio Equo e Solidale, i Bilanci di Giustizia, il movimento della Decrescita, l’Economia del Bene Comune, il Consorzio Assicurativo Etico Solidale (CAES), Co-energia, Banca Etica, Solidarius Italia e Fair Watch.
Negli ultimi anni la Rete si è impegnata in un percorso di riflessione e riorganizzazione, nella consapevolezza della necessità di rafforzare la sua capacità di dare rappresentazione dell’economia solidale, aprirsi all’interazione con altre realtà che si muovono nella stessa direzione ed essere più efficace nell’offrire un’alternativa al modello dominante e alla situazione di crescente crisi economica, ambientale, sociale e culturale.
Si è quindi costituita in associazione per operare come “istituzione civile” in grado di confrontarsi e interagire con altre istituzioni pubbliche e private; essere un’organizzazione in grado di dialogare in forma unitaria con realtà simili di altri Paesi.

 

UNI – ENTE ITALIANO NORMAZIONE

UNI elabora, pubblica e diffonde norme finalizzate a fare in modo che tutti, in tutti i settori, sappiano fare le cose nel modo migliore.

Una norma UNI non è una legge, perché usarla è volontario, ma è la soluzione migliore per realizzare un prodotto, condurre un processo, svolgere una professione. Per definirla, UNI mette insieme le parti interessate – da chi progetta agli utilizzatori finali – e i maggiori esperti del settore; quando giungono a una soluzione, la sottopone a un’inchiesta pubblica per affinarla ancora; poi la ufficializza come “stato dell’arte”. Per questo ogni norma UNI stabilisce uno standard ed è così autorevole.

UNI è come a una grande piattaforma partecipativa e democratica a disposizione del Paese, delle imprese, delle istituzioni, delle associazioni e dei cittadini. In tutti i campi della nostra vita, produce un patrimonio di conoscenze e di valori che è insieme utile, pratico, etico.

La Federazione per l’Economia del Bene Comune in Italia è socia UNI dal 2020 e partecipa ad alcuni tavoli di lavoro. 

ASSOCIAZIONE VERSO

#Planet&humansfirst

Siamo co-fondatori dell’associazione Verso, acronimo di Verona Sostenibile. La costituzione è avvenuta il 14 febbraio del 2020 con lo scopo di affrontare la sfida planetaria che ci aspetta nei prossimi 10 anni, per la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite [17 SDGs] e la creazione di Bene Comune nel territorio veronese. Hanno partecipato alla fondazione 9 organizzazioni profit e non profit e 21 cittadini. La nuova nata è frutto di un lavoro di costruzione di rete e di attività sul territorio portato avanti in partnership dal GT EBC Veneto e dalla Commissione Nuovi Stili di Vita della Diocesi di Verona dal 2017. Leggi il Manifesto di Verso qui!

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com
Scroll Up
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial